StreghettediLuna
Benvenuto a te che entri nel forum delle Streghette di Luna. Nella vita di ogni essere umano, nessun avvenimento, nessun incontro avviene per caso. Namaste.

StreghettediLuna

Dove la magia è amore universale, umiltà e ascolto...la magia svelata, per il benessere dell'anima.E' come se in un attimo sbocciasse la vita, laddove prima c'erano solo silenzio ed immobilità.
 
IndiceCalendarioFAQRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 LA PARTENZA

Andare in basso 
AutoreMessaggio
DolceLuna
Team
Team
avatar

Messaggi : 26120
Data d'iscrizione : 14.06.11
Età : 53
Località : Emilia - Romagna

MessaggioTitolo: LA PARTENZA   Dom Lug 17, 2011 4:15 pm


Dopo aver detto queste cose, egli si guardò intorno, e vide il pilota
della nave accanto al timone che scrutava ora le vele gonfie, ora la
lontananza.
E disse:
Paziente, più che paziente, è il capitano della mia nave.
Il vento soffia e le vele non hanno riposo;
Anche il timone chiede la rotta.
Eppure il mio capitano attende con calma il mio silenzio.
E questi miei marinai, che hanno udito il coro del mare al largo, mi
hanno ascoltato anch'essi con pazienza.
Non aspetteranno più a lungo.
Io sono pronto.
Il ruscello ha raggiunto l'oceano, e una volta di più la grande madre
stringe il figlio al suo petto.
Addio, popolo d'Orphalese.
Il giorno è finito.
Si chiude su di noi come la ninfea sul proprio domani.
Quello che qui ci fu donato, noi lo conserveremo,
E se non basterà, dovremo ancora riunirci e tendere insieme le
mani al donatore.
Non scordate che tornerò fra voi.
Un attimo, e il mio ardente desiderio raccoglierà polvere e schiuma
per un altro corpo.
Un attimo, un istante di riposo nel vento, e un'altra donna mi
partorirà.
Addio a voi e alla giovinezza che ho trascorso con voi.
È appena ieri che c'incontrammo in un sogno.
Voi avete cantato per me nella mia solitudine, e io ho innalzato con
i vostri aneliti una torre nel cielo.
Ma il nostro sonno è volato e il sogno è finito; non è più l'alba.
Ora il meriggio è su di noi, e il nostro dormiveglia si è mutato nel
giorno più pieno, e noi dobbiamo separarci.
Se nel crepuscolo della memoria dovessimo ancora incontrarci,
parleremo insieme di nuovo, e voi mi canterete un canto più
profondo.
E se le nostre mani dovessero incontrarsi in un altro sogno,
costruiremo un'altra torre nel cielo.



Così dicendo, fece un cenno ai marinai, e subito questi salparono
l'ancora e liberarono la nave dagli ormeggi, e drizzarono a oriente.
E un grido salì dal popolo come da un unico cuore, e si levò nel
crepuscolo e trasvolò sul mare come una grande fanfara.
Soltanto Almitra rimase silenziosa, contemplando la nave finché
svanì nella nebbia.
E quando la gente si disperse, restò sola sull'argine, ricordando nel
cuore le parole:
"Un attimo, un istante di riposo nel vento, e un'altra donna mi
partorirà".

(IL PROFETA - GIBRAN)

_________________
Non cercare la via per vincere gli altri, ma per vincere te stesso...ossia... non cercare fuori di te quello che sta in te. Luna
Torna in alto Andare in basso
http://www.streghettediluna.altervista.org
 
LA PARTENZA
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
StreghettediLuna :: STREGHETTE ED IL BENESSERE DELL'ANIMA :: IL PROFETA-
Vai verso: