StreghettediLuna
Benvenuto a te che entri nel forum delle Streghette di Luna. Nella vita di ogni essere umano, nessun avvenimento, nessun incontro avviene per caso. Namaste.

StreghettediLuna

Dove la magia è amore universale, umiltà e ascolto...la magia svelata, per il benessere dell'anima.E' come se in un attimo sbocciasse la vita, laddove prima c'erano solo silenzio ed immobilità.
 
IndiceCalendarioFAQRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 PERCHE’ UNA MAMMA UCCIDE IL PROPRIO BAMBINO?: VERONICA E LORIS

Andare in basso 
AutoreMessaggio
DolceLuna
Team
Team
avatar

Messaggi : 26397
Data d'iscrizione : 14.06.11
Età : 53
Località : Emilia - Romagna

MessaggioTitolo: PERCHE’ UNA MAMMA UCCIDE IL PROPRIO BAMBINO?: VERONICA E LORIS   Sab Feb 18, 2017 2:33 pm


Forse una risposta concreta e logica ad un delitto così orribile e contro natura non c’è, ma le Stelle ci possono aiutare a trovare una spiegazione a tanta crudeltà. Tutti abbiamo nel nostro immaginario, l’immagine della mamma come la sola figura che ami in modo incondizionato i figli, che agisca solo ed esclusivamente nel loro interesse e per amore verso di loro; anche nell’arte si sprecano esempi di madri con il bambino…eppure vi assicuro che, per la mia esperienza professionale agli inizi della carriera forense ed ancora prima, in fase di ricerca ed elaborazione della mia tesi, che appunto trattava il tema, per quell’epoca, scabroso, della violenza sui minori, ci sono madri controvoglia, madri inadeguate, incapaci, dannose per sé e per gli altri, soprattutto per i propri figli, più spesso di quanto si sia ritenuti a credere, abusanti e cattive. Poi ci sono le madri orribili, che hanno la capostipite in Medea, che uccidono i propri bambini..ed ecco che siamo contro natura, perché una madre dà la vita, non la toglie!!! Il fatto di cronaca che “inaugura” la nostra sezione di ASTROCRONACA è l’omicidio del piccolo Loris, ucciso dalla madre Veronica Panarello. Al di là delle prove inconfutabili a suo carico, già il suo Tema Natale è un indizio di ciò che faceva presagire quanto sarebbe accaduto.

LA CRONACA


Era un sabato di fine Novembre 2014, quando si sparse la notizia della scomparsa di un piccolino di 8 anni. La mamma disse di averlo accompagnato a scuola, ma quando andò a riprenderlo Loris, il piccolo, non c’era, non era andato a scuola…come mai? Se lei stessa lo aveva accompagnato? Cinque giorni dopo, Loris venne ritrovato, ormai senza vita, in fondo ad un canalone, gettato da chissà chi, con evidenti segni di strangolamento, con i calzoncini aperti e senza mutandine. In tutti si fa strada la più vergognosa ed angosciante delle ipotesi: Loris è stato la vittima di un pedofilo. I primi riscontri su quel corpicino, però, smentiscono subito l’ipotesi di una violenza sessuale, ma questa messinscena e le dichiarazioni della madre del bambino, Veronica appunto, creano seri guai al vicino di casa, l’anziano cacciatore, che casualmente ritrovò il corpo del bambino. Da queste prime bugie, gli inquirenti cominciano a guardare anche in altre direzioni e dopo pochi giorni arrestano la mamma di Loris. Il bambino non è mai andato a scuola quel maledetto ultimo sabato di Novembre 2014, ma è stato l’agnello sacrificale di una donna crudele e bugiarda, che il destino gli ha dato per madre. Loris è stato strangolato con delle fascette da elettricista, quelle stesse fascette con cui era stato immobilizzato, perché non si divincolasse e non si difendesse…il resto è tutta un’altra crudele messinscena di questa donna contro natura.

COSA CI RIVELA IL TEMA NATALE DI VERONICA PANARELLO: PERCHE’ QUESTA MOSTRUOSITA’ ERA SCRITTA NEL SUO CIELO DI NASCITA?




Veronica Panarello è nata a Caltagiorne (CT) il 1° Novembre 1988 alle ore 02:45’ quindi è uno Scorpione con Ascendente Vergine e Medio Cielo in Gemelli; Sole e Plutone congiunti in Scorpione; Mercurio nella cuspide della Seconda Casa; Venere in Bilancia in Prima Casa, quindi pressochè congiunto a Mercurio, che appunto è sulla cuspide della Seconda Casa; Venere è poi in opposizione a Marte in Settima Casa; Urano, Saturno e Nettuno sono in Quarta Casa e la Luna in Leone…più che un Tema Natale un bollettino di guerra sotto un cielo di bugie!!! Sicuramente la storia di questa Medea dei tempi moderni è pazzesca, anche se non così rara, costellata di difficoltà, fin dall’infanzia, quando sa di essere il frutto di una relazione extraconiugale della madre e questo fa nascere il rapporto conflittuale e crudele già con la madre. Ci sono altre liti, con la sorella per esempio, altre scenate anche con i compagni di scuola, ci sono le fughe da casa, i tentativi di suicidio più o meno veri, i finti abusi subiti….fino all’incontro con Davide, che diventerà suo marito e papà di Loris. Finalmente una cosa buona nella vita di Veronica, il riscatto da una partenza complicata, ma per colpa proprio di Veronica non sarà così. Durante gli interrogatori della Polizia e dei Magistrati, che ricostruiscono pazientemente gli eventi di quel terribile sabato di fine Novembre, sia prima che dopo l’arresto, Veronica racconta un sacco di bugie…mente e nega…nega persino l’evidenza delle immagini che la riprendono in direzioni opposte e su strade totalmente diverse da quelle dichiarate dalla donna; nega le immagini delle telecamere che ci fanno Loris che non va a scuola, ma che torna a casa e lei è dietro di lui. No insiste di aver portato Loris a scuola e lo fa per mesi, poi dice che non ricorda se lo ha portato a scuola o no, poi infine dice di aver rimosso il ricordo di quel giorno tremendo, ma quando la Polizia la accompagna nel suo appartamento per cercare di ricostruire i fatti, si ricorda di così tanti particolari che persino gli inquirenti fanno fatica a metterli tutti insieme ed a ricordarli, se no avessero filmato la ricostruzione. Dopo un anno dal fatto e dall’arresto ricorda improvvisamente di aver gettato il corpicino di Loris, ormai senza vita, nel canalone, ma dice che il bambino si era strangolato da solo. Successivamente dice che a strangolare il bambino è stato il nonno, Andrea Stival, padre del papà di Loris e suocero di Veronica, dando perfino il movente del delitto: siccome lei aveva una relazione incestuosa con il suocero e Loris, avendoli scoperti, voleva dire tutto al papà, Andrea lo strangola…ovviamente un’altra sequela di immondizia morale e di bugie, al punto che per questo dovrà anche affrontare un procedimento penale per calunnia nei confronti proprio del suocero. Il cumulo di bugie costruito da Veronica ormai quasi impedisce di distinguere il vero dal falso…è una bugiarda patologica ed il suo Tema Natale ce lo dice chiaramente: Sole e Plutone congiunti in Scorpione, Mercurio Governatore dell’Ascendente (Vergine)  isolato sulla cuspide della Seconda Casa, Plutone Governatore della Terza Casa…sono la “costellazione” della bugia. La madre di Veronica racconta che nell’adolescenza la ragazza si era inventata di tutto per attirare l’attenzione su di lei, dai tentati stupri ai rapimenti…quindi una visione egocentrica malata di se stessa, sottolineata dalla posizione di Venere nel Tema Natale: Venere è in Bilancia ed in Prima Casa, quindi una Venere forte ed in posizione angolare all’Ascendente che dà quasi sempre problemi di narcisismo. E’ la posizione planetaria di quelle donne che sono convinte di essere bellissime, anche non essendolo, e di essere concupite da tutti gli uomini che incrociano. La cosa è esaltata dalla Luna in Leone, che amplifica appunto la tendenza narcisistica. In questo Tema Natale poi Venere è colpita da numerosi aspetti dissonanti, che provengono dalla Quarta Casa, quella della famiglia appunto, dove si trovano Urano, Saturno e Nettuno, emblematici nel rappresentare un rapporto difficilissimo con i genitori ed i fratelli, ma anche ahimè con i figli; aspetto questo confermato ancora da Saturno, Governatore della Quinta Casa, quella dei figli…e rapporto difficilissimo anche con il marito, perché Venere è in opposizione a Marte in Settima Casa, quella del matrimonio. Insomma una Venere talmente potente che ci parla di un ossessivo quanto disperato bisogno di essere al centro dell’attenzione di tutto e tutti, di un ossessivo quanto disperato bisogno di affetto che non potrà mai essere sufficientemente soddisfatto secondo lei, da nessuno e quindi ciò le genera frustrazione e bisogno di compensazione…e come compensare questo bisogno se non con la soppressione di chi in qualche modo, le sottrae affetti ed attenzioni.


_________________
Non cercare la via per vincere gli altri, ma per vincere te stesso...ossia... non cercare fuori di te quello che sta in te. Luna
Torna in alto Andare in basso
http://www.streghettediluna.altervista.org
 
PERCHE’ UNA MAMMA UCCIDE IL PROPRIO BAMBINO?: VERONICA E LORIS
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
StreghettediLuna :: ASTROLOGIA :: ASTROCRONACA-
Vai verso: